top of page

Dipendenza Affettiva: Capire per Guarire


Il cuore umano, nella sua vastità emotiva, può diventare prigioniero di legami che, anziché nutrire l'anima, la svuotano. Questi legami possono sconvolgere la vita di una persona, trasformando l'amore in una fonte incessante di dolore e ansia. Quando l'amore diventa una battaglia continua, potremmo trovarci di fronte alla dipendenza affettiva.


Cos'è la Dipendenza Affettiva?

La dipendenza affettiva è un legame emotivo malsano in cui una persona diventa eccessivamente legata o dipendente da un partner, al punto che la propria identità, il proprio benessere e la propria autostima sembrano dipendere completamente dalla relazione.

In questa dinamica, la persona sente che non può vivere senza l'altro, anche se la relazione risulta chiaramente tossica.


Segni e Sintomi

  • Ansia e terrore all'idea di perdere il partner.

  • Investire eccessivamente in termini di tempo, affetto ed energie nella relazione, senza percepire un ritorno adeguato.

  • Sentirsi costantemente in debito di attenzioni e approvazione dall'altro.

  • Ruminazione ossessiva sui pensieri legati al partner.

  • Sensazione di vuoto o incompletezza quando l'altro non è presente.

Perché si Sviluppa?

La dipendenza affettiva non sorge dal nulla. Molto spesso ha radici nell'infanzia e nelle esperienze passate, dove modelli di attaccamento insicuro possono aver portato una persona a sentire che l'amore deve essere "guadagnato" o che non è degna di affetto incondizionato. Altre volte, può derivare da traumi relazionali o da una bassa autostima.


Come affrontarla?

Riconoscere di avere un problema è il primo passo. Poi, attraverso un percorso, è possibile indagare le cause profonde di questa dipendenza, imparando strumenti e tecniche per ristabilire un senso di autostima e autonomia.

La chiave è ricordare che l'amore vero nutre e sostiene, non incatena né soffoca. Con il giusto sostegno, è possibile liberarsi dalle catene della dipendenza affettiva e trovare un amore sano e reciprocamente soddisfacente.

Se ti riconosci in questi sintomi o vuoi approfondire l'argomento, non esitare a contattarci. L'amore può e deve essere una fonte di gioia, non di sofferenza.

5 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page